INFRASTRUTTURE E TRASPORTO

Semi-Gpon

Il collegamento passivo ad alta capacità che ti permette di raggiungere tutti i tuoi Clienti

Noleggio di un collegamento passivo ad alta capacità che collega l’armadio ottico stradale, al quale si attesta la rete in fibra ottica dell’Operatore, con la sede del Cliente finale.

Caratteristiche del servizio

FORNITURA

GIORNI SOLARI (100% dei casi) entro 19 gg

ASSURANCE

GIORNI SOLARI (100% dei casi) entro 3 gg

A chi è rivolto

Agli Operatori che raggiungono, con una rete in Fibra Ottica, un armadio ottico stradale di FiberCop e che intendono offrire ai propri Clienti Finali l’accesso ai servizi a Banda Ultra Larga (Ultra BroadBand).

Altro da sapere

Descrizione del servizio Semi-Gpon

Il servizio SEMI-GPON consiste nel noleggio di un collegamento passivo ad alta capacità che collega l’armadio ottico stradale, al quale si attesta la rete in fibra ottica dell’Operatore, per offrire presso la sede del proprio cliente finale l’accesso ai servizi a Banda Ultra Larga (Ultra BroadBand).

Col termine GPON (Gigabit-capable Passive Optical Network) si intende la tecnologia comunemente utilizzata per realizzare reti in modalità FTTH (Fiber-To-The-Home), grazie al quale la connessione a Internet di una abitazione avviene portando la fibra ottica fino a dentro casa.
Semi-GPON rappresenta la tratta di rete secondaria dell’architettura GPON FTTH.

L’architettura di riferimento, definita per i comuni raggiunti dalla nuova rete secondaria in fibra di FiberCop secondo il piano di copertura pubblicato nell’area riservata del portale Wholesale, prevede la possibilità per l’Operatore di attestarsi presso i punti di presenza stradale all’interno degli armadi ottici, denominati anche CRO (Cabinet Ripartilinea Ottico), dai quali si dirama la rete secondaria FTTH verso le unità abitative. L’architettura di riferimento si caratterizza per i seguenti elementi di rete:

  • Punto di consegna della Semi-GPON su porta di ingresso dell’armadio ottico;
  • Armadio Ottico (CRO) presso il quale si attesta la rete primaria degli operatori interessati e la rete secondaria FTTH di FiberCop. All’interno del CRO sono presenti gli splitter (primari e secondari) che consentono di collegare più fibre di rete secondaria ad un solo cavo di rete primaria nel quale vengono posizionati gli splitter ottici passivi;
  • Un fattore complessivo di splitting per ogni singola fibra primaria pari a 1:64, ottenuto con 2 livelli di splitting: 1:4 primario e 1:16 secondario, entrambi posti nell’armadio ottico;
  • Rete ottica secondaria di tipo punto-punto dall’armadio ottico fino all’edificio della sede cliente;
  • Punto di Terminazione di Edificio (PTE);
  • Tratta verticale della rete secondaria (c.d. segmento di terminazione) che dal PTE raggiunge la sede del cliente finale (borchia ottica).

 

 

Nel caso delle città già sviluppate in FTTH prima della costituzione di FiberCop l’architettura di riferimento della rete Semi-GPON prevede uno splitting distribuito lungo la rete secondaria (quindi non concentrato all’interno del CRO, come visto sopra); il primo livello di splitting avviene al CNO (Centro Nodale Ottico) ed un secondo livello al PTE, per un rapporto complessivo sempre pari a 1:64.

Il costo per il servizio di accesso Semi-GPON consiste in contributi e canone mensile; per i dettagli del pricing, l’Operatore può fare riferimento all’Offerta in vigore per le aree di proprio interesse.