Home FAQ Servizi Procedure Di Cambio Operatore Servizi GEA

Rispondiamo alle tue domande

Procedure di Cambio Operatore

Gli Operatori che acquisiscono da TIM Wholesale servizi di accesso quali l’accesso disaggregato (ULL, ULL dati, VULL, Shared Access), il servizio Wholesale Line Rental (WLR) ed il Bitstream, sono tenuti ad implementare, ai sensi della normativa vigente, le procedure di cambio Operatore.

Con la Delibera 611/13/CONS pubblicata sul sito AGCOM il 20/11/2013 sono state previsti nel perimetro delle procedure anche i servizi di accesso Sub Loop ULL (SLU), e i servizi VULA e Bitstream NGA.

La normativa vigente in materia nasce dalla Delibera 4/06/CONS e dalla successiva Delibera 274/07/CONS, a seguito della quale gli Operatori hanno istituito un Tavolo Tecnico per dar corso all’implementazione tecnica di quanto previsto dall’Autorità. Con la Circolare AGCom del 9 aprile 2008 l’Autorità ha poi sancito i risultati prodotti dal Tavolo Tecnico, pubblicando gli allegati tecnici che descrivono le procedure. Nella Circolare del 9 aprile 2008 l'Autorità ha poi affidato a TIM il compito di curare l’aggiornamento e la pubblicazione sul Portale Wholesale della documentazione tecnica, anche a fronte di eventuali modifiche future successive all’avvio delle procedure stesse. L'Autorità ha poi emanato le Delibere 41/09/CIR e 52/09/CIR, ed infine la Circolare del 26 febbraio 2010, che hanno in parte modificato le procedure stabilite inizialmente. Infine è stata emanata la Delibera 611/13/CIR

Come previsto dalla Delibera 274/07/CONS le procedure si differenziano per il caso dell’Attivazione, nella quale il Cliente finale, attivo con TIM, richiede il passaggio ad altro Operatore alternativo, e per il caso di Migrazione, nella quale il Cliente finale, attivo con altro Operatore alternativo, richiede il passaggio ad altro Operatore alternativo oppure il passaggio in Direzione Commerciale TIM.Per il caso della Migrazione la procedura individua tre fasi di processo: Fase 1 “Richiesta del Cliente”, Fase 2 “Comunicazione Preventiva” e la Fase 3 “Provisioning Tecnico”. La procedura si basa sulla fornitura di un Codice Migrazione e di un Codice Segreto da parte di ogni Operatore alternativo al proprio cliente finale.In una fase iniziale, antecedente alla Fase 1, ogni Operatore alternativo fornisce al proprio cliente finale il Codice di Migrazione, che ha una struttura dati che consente di individuare l'Operatore di accesso, la risorsa oggetto della migrazione, ed il servizio attivo su di essa; fanno parte del codice migrazione le numerazioni associate all'accesso. La struttura del Codice Migrazione è riportata nell’allegato 12 dell’Accordo Quadro Migrazioni, che è pubblicato nella sezione della documentazione tecnica disponibile sul portale Wholesale.Ogni Operatore alternativo è tenuto a fornire questo codice al proprio cliente finale, congiuntamente con il PIN, per permettere, attraverso il suo utilizzo in alcune fasi del processo, il cambio dell’Operatore di accesso.Nella Fase 1 l'Operatore che vuol acquisire un cliente finale (c.d. “Operatore Recipient” o semplicemente “il Recipient”) acquisisce il codice di migrazione dal cliente stesso. Successivamente, nella Fase 2, l'Operatore Recipient comunica all'Operatore che fornisce il servizio al cliente finale (c.d. “Operatore Donating” o semplicemente “il Donating”) la cessazione del servizio di accesso. Questa fase di processo viene ingaggiata direttamente tra gli Operatori e non viene interessata TIM Wholesale. La Fase 2 utilizza un tool di comunicazione e dei tracciati record specifici, i cui dettagli tecnici sono riportati nei documenti pubblicati nella sezione della documentazione tecnica disponibile sul portale Wholesale. Per l’implementazione di questa fase gli Operatori alternativi devono contattare direttamente i riferimenti tecnici riportati nel file “Gestione Operativa” (si veda oltre). Superata con esito positivo la Fase 2 il Recipient invia la richiesta di Migrazione a TIM Wholesale (Fase 3), la quale, dopo aver verificato con il Donating la corretta esecuzione della Fase 2, da corso alla richiesta di Migrazione.Per il caso della Attivazione la procedura individua tre fasi di processo: Fase 1 “Richiesta del Cliente”, Fase 2 “Comunicazione Preventiva” e la Fase 3 “Provisioning Tecnico”. La procedura si basa sulla fornitura di un Codice Segreto da parte della Direzione Commerciale di TIM al proprio cliente finale.In una fase iniziale, antecedente alla Fase 1, la Direzione Commerciale di TIM fornisce al proprio cliente finale il Codice segreto.Nella Fase 1 l'Operatore che vuol acquisire un cliente finale della Direzione Commerciale di TIM (c.d. “Operatore Recipient” o semplicemente “il Recipient”) acquisisce il codice segreto dal cliente stesso. Successivamente, nella Fase 2, l'Operatore Recipient comunica alla Direzione Commerciale di TIM (in qualità di “Operatore Donating” o semplicemente “Donating”) la cessazione del servizio di accesso. Questa fase di processo viene ingaggiata direttamente tra il Recipient e TIM Direzione Commerciale (non viene interessata TIM Wholesale). La Fase 2 utilizza lo stesso tool del processo di Migrazione, i cui dettagli tecnici sono riportati nei documenti pubblicati nella sezione della documentazione tecnica disponibile sul portale Wholesale. Per l’implementazione di questa fase gli Operatori alternativi devono contattare direttamente i riferimenti tecnici riportati nel file “Gestione Operativa” (si veda oltre). Superata con esito positivo la Fase 2 il Recipient invia la richiesta di Attivazione a TIM Wholesale (Fase 3), la quale, dopo aver verificato con la Direzione Commerciale di TIM la corretta esecuzione della Fase 2, da corso alla richiesta di Attivazione.

Se la sua Azienda acquisisce da TIM Wholesale servizi di accesso tra quelli a perimetro della Delibera 274  allora, ai sensi della normativa vigente, la sua Azienda è tenuta ad implementare le procedure di cambio Operatore nella modalità descritta negli allegati tecnici e successive modifiche/integrazioni. Nel caso in cui le disposizioni dell’Autorità non vengano ottemperate, quest’ultima, vigilando sul rispetto di quanto disposto, può attivare procedimenti di natura sanzionatoria.

Sì, è tenuto a firmare l'Accordo Quadro; per farlo può richiedere il testo contrattuale direttamente al suo Account Manager. E’ possibile visualizzare i sottoscrittori dell'Accordo Quadro scaricando il testo sottoscritto e l’elenco degli Operatori firmatari dalla sezione Procedure di cambio Operatore (274 e NP “pura”) – Accordo Quadro del Portale Wholesale (www.wholesale.telecomitalia.com - area riservata). In ogni caso è opportuno sapere che, ai sensi della normativa vigente, gli Operatori sono comunque tenuti ad implementare le procedure di cambio Operatore, indipendentemente dalla firma o meno dell'Accordo Quadro.

Le Delibere che riguardano la materia si possono prelevare dal sito AGCom (www.agcom.it). L'Accordo Quadro Migrazioni e gli allegati tecnici si possono prelevare dal sito di Telecom Italia Wholesale (www.wholesale.telecomitalia.com - area riservata) nella sezione  “Procedure di cambio Operatore (274 e NP “pura”) – Accordo Quadro”.

24 risultati

Non abbiamo risposto alle tue domande?

Compila il modulo e ti ricontattiamo noi