HomeBando 5G DensificazioneBando 5G Densificazione – Roaming Inbound

Bando 5G Densificazione - Roaming Inbound

Roaming Inbound

 

Descrizione e procedure

 

Il servizio sarà fornito da TIM o Vodafone ai soggetti interessati che ne facciano richiesta in coerenza con le previsioni del Bando di Gara e con le linee guida fissate, al riguardo, dalla Delibera 67/22/CONS, alla luce della Decisione della Commissione europea/DG-COMP, “State Aid SA.100557 (2022/N) -RRF -Italy -Italian 5G Plan”.

Le soluzioni di Roaming forniscono la possibilità ai clienti di OLO che ne facciano richiesta ed ai clienti di TIM e di Vodafone di attestarsi sui siti oggetto del bando per usufruire dei servizi Voce, Dati ed SMS in coerenza con le previsioni del Bando di Gara e con le linee guida fissate, al riguardo, dalla Delibera 67/22/CONS, alla luce della Decisione della Commissione europea/DG-COMP, “State Aid SA.100557 (2022/N) -RRF -Italy -Italian 5G Plan”. Lo scenario abilita il Roaming nazionale su copertura di tipo 5G NSA (Non Stand Alone) e delinea le varie componenti di servizio per permettere la migliore user experience dei clienti, offrendo anche l’accesso alla copertura mobile 4G, che è sempre compresente nella architettura 5G NSA del fornitore.

La soluzione tecnica individuata è unica per i soggetti interessati che ne facciano richiesta.

In particolare, il servizio di roaming è reso disponibile sulla copertura 4G e 5G secondo aggregati tecnici di celle radio-mobili su base Tracking Area: oltre alle stazioni radio-base facenti parte del “Bando Italia copertura 5G”, il servizio sarà accessibile anche su eventuali celle limitrofe non finanziate nell’ambito del suddetto Bando ma che ricadono nella stessa Tracking Area del sito finanziato.

Le soluzioni su indicate fanno riferimento alle linee guida espresse dai PRD (Permanent Reference Document) della GSMA (e.g IR.88, IR.92 ecc) e dalle specifiche 3GPP da cui ne derivano.

L’interlavoro tra le due reti necessario per la realizzazione del servizio si basa sui punti di interconnessione IP da definire congiuntamente come meglio di seguito descritto. Tramite tali punti si permette il dialogo per le seguenti interfacce e protocolli, per la gestione del Control Plane e User Plane e della relativa fatturazione: Sigtran, Diameter (S6a) via Diameter Edge Agent, GTP (S8, S10), DNS.

Lo scenario di Roaming Inbound permette ai clienti OLO di attestarsi sulle aree di copertura fornite da TIM o da Vodafone.

Il raggruppamento delle aree viene identificato negli elementi di MME Core Network come elementi minimi di Tracking Area come da standard 3GPP.

Tutte le celle della TA ereditano il comportamento della TA stessa. Non esistono celle che possono appartenere a più TA, né è possibile discriminare in CN su base cella.

Sin dall’attivazione del servizio, il cliente OLO sarà abilitato al roaming in tutte le Tracking Area in cui ricadranno siti TIM o Vodafone finanziati ai sensi del Bando, indipendentemente dal Piano delle realizzazioni.

Il roaming sarà abilitato solo sulle specifiche aree PNRR e non abilitato sul resto della rete, come indicato nella figura sottostante.

Figura 1 - Schema generale per il servizio di roaming inbound

Per permettere la corretta selezione delle aree di copertura PNRR si evidenzia la necessità di introdurre la funzionalità di ePLMN (equivalent PLMN) per rendere l’area di copertura della rete visitata di pari priorità rispetto a quella Home, dal punto di vista del dispositivo nel momento della selezione rete.

La rimozione preventiva della rete finanziata visitata dalla lista delle reti vietate della SIM/Device è prerogativa necessaria per permettere la prima registrazione nelle aree oggetto del Roaming.

Il servizio Voce sarà erogato attraverso soluzione VoLTE con il modello S8HR (modello che si basa su accordo di Roaming LTE definito in ambito GSMA).

Nelle aree PNRR, i clienti 4G non VoLTE in roaming su rete visited (con terminali 4G non roaming VoLTE Capable o con terminale roaming VoLTE Capable ma senza sottoscrizione VoLTE) potranno registrarsi sulla rete 4G, fruire del servizio dati 4G e del servizio SMS, senza poter effettuare chiamate vocali.

Il servizio SMS sarà fornito su tecnologia SMS over SGs o, se disponibile e concordato con il cliente OLO, in modalità SMS over IMS.

Il servizio dati fornito su tecnologia 5G NSA consentirà una velocità di trasmissione pari ad almeno 150 Mbit/s in downlink e 30 Mbit/s in uplink quale velocità effettivamente disponibile per ciascun utente del servizio nel periodo di massima intensità del traffico (come previsto dalle linee guide del BEREC sulle VHCN).

Tutti gli obblighi legati alla Autorità Giudiziaria (numerazioni di emergenza diverse da 112, intercettazione, traffico storico sia voce che dati, positioning AAGG e emergenza “salvapersone”) sono a carico del cliente che fa richiesta del servizio (a seguito di studio di fattibilità), con l’ausilio del RTI per le informazioni disponibili di propria competenza.

 

Punti di consegna del servizio

In relazione alle differenti esigenze espresse dai clienti OLO e a seguito delle risultanze dello specifico studio di fattibilità, RTI e il cliente OLO individueranno i più efficienti punti di consegna dislocati sul territorio nazionale.

Tali punti saranno dislocati in punti geograficamente diversificati in un numero minimo di due.

 

Procedure di Provisionig ed Assurance - SLA

Per l’implementazione del servizio di Roaming prevede l’esecuzione di uno studio di fattibilità preventiva che stabilisca le modalità di fornitura del servizio personalizzate secondo le esigenze del singolo cliente.

Lo studio analizzerà anche gli specifici processi di apertura del servizio per le singole utenze cliente (ove necessari).

Gli SLA associati alle attività di esecuzione degli studi di fattibilità da parte della società titolare della fornitura del servizio nell’area di copertura desiderata dal cliente (TIM o Vodafone) sono:

Servizio offerto

SLA Fattibilità

Roaming voce

Roaming SMS

3 mesi, previo accordo con il roaming partner

Roaming dati

3 mesi, previo accordo con il roaming partner

Il servizio di roaming viene fornito con una disponibilità annua, suddiviso per singolo servizio offerto, riportata nelle seguenti tabella:

Servizio offerto

Disponibilità annua

Roaming voce

Roaming SMS

99.4% (al netto degli eventi non imputabili a TIM e Vodafone (causa terzi ed eventi naturali)

Roaming dati

99.4% (al netto degli eventi non imputabili a TIM e Vodafone (causa terzi ed eventi naturali)

A fronte di una segnalazione di guasto la società titolare della fornitura del servizio nell’area di copertura relativa alla segnalazione (TIM o Vodafone) agirà secondo le seguenti modalità e definizioni:

Guasti Roaming

Per guasti si intendono le malfunzioni di rete, accesso e core, che non consentono la fruizione del servizio di Roaming al cliente.

I tempi di riparazione esposti, conteggiati dalla data di apertura Ticket verso RTI sul sistema concordato, valgono al netto dei casi di forza maggiore non risolvibili da operatività del RTI (es. calamità naturali, eventi atmosferici particolarmente avversi, danni da terzi.)

Accoglienza e gestione reclami

A fronte dell’evidenza di un malfunzionamento, dopo le opportune verifiche che escludano problematiche sulla Rete del cliente, quest’ultimo potrà aprire una segnalazione verso la società titolare della fornitura del servizio in quell’area di copertura (TIM o Vodafone), distinguendo due casistiche (sarà disponibile un accesso dedicato via WEB alla piattaforma di Trouble Ticketing):

  • Problematiche specifiche di “copertura”;
  • Problematiche di altra natura (ad es. interconnessione/roaming).

Il servizio della società titolare della fornitura del servizio in quell’area di copertura (TIM o Vodafone) di Help Desk opera in H24 7x7 per 365gg/anno e garantisce le seguenti attività:

  • Ricezione ticket;
  • Gestione per la risoluzione dell’anomalia:
  • Analisi di 1° livello e diagnosi;
  • Eventuale Ingaggio Supporto Specialistico e/o Vendor;
  • Riscontro verso il cliente

 

Azione proattiva verso il cliente

A fronte di disservizi evidenziati da allarmi di nodo e/o di servizio, con monitoraggio H24 7x7, è prevista la tempestiva comunicazione in proattività ai clienti utilizzando la piattaforma di Trouble Ticketing condivisa.

Nel caso di attività di manutenzione programmata, con possibile impatto sul servizio erogato, è garantita la comunicazione preventiva al cliente di potenziale disservizio, con almeno 48 ore di anticipo.

Figura 2 - Flusso gestione segnalazione

 

Escalation path

Saranno definiti tra la società titolare della fornitura del servizio in quell’area di copertura (TIM o Vodafone) e il cliente il path di escalation per la gestione delle emergenze e delle criticità.

Normalmente è fornito un Techinical coordinator e livelli superiori, con una descrizione delle responsabilità e delle modalità di ingaggio.